NUOVE BLACKMAGIC STUDIO CAMERA 4K

 

Blackmagic Design ha lanciato una nuova gamma di Blackmagic Studio Camera per la produzione dal vivo. Dal design compatto e tutto-in-uno, queste camere offrono funzioni professionali per le produzioni live e si configurano velocemente sul posto. Le nuove Studio Camera in policarbonato rinforzato in fibra di carbonio integrano un ampio viewfinder da 7", risultando leggere e facili da trasportare e da configurare rispetto alle telecamere da studio tradizionali di grandi dimensioni.

Le Blackmagic Studio Camera vantano le stesse funzioni delle grandi telecamere da studio, in un design compatto e portatile. In più offrono la gamma dinamica e la scienza del colore delle cineprese digitali, e sono quindi in grado di gestire le condizioni di illuminazione più avverse e di ottenere immagini di qualità cinematografica. Con un ISO di 25600, il sensore è in grado di creare immagini straordinarie anche in ambienti scarsamente illuminati. Tra le funzioni avanzate ci sono talkback, tally, controllo camera, correzione colore integrata e registrazione nel formato Blackmagic RAW sui dischi USB.

Slide

Con valori di gain tra -12dB (ISO 100) e +36dB (ISO 25600), Blackmagic Studio Camera è ottimizzata per ridurre la grana e il rumore nelle immagini pur mantenendo l’intera gamma dinamica del sensore. Il gain si può impostare dalla camera o a distanza da uno switcher tramite la connessione SDI o ethernet.

L’incredibile sensore 4K, unito alla scienza del colore Blackmagic di quinta generazione, garantisce la stessa tecnologia dell’immagine delle cineprese digitali. Il correttore si può controllare anche dallo switcher. La camera offre 13 stop di gamma dinamica, fornendo neri più scuri e bianchi più puri, ideali per la correzione colore. Con una risoluzione di 4096 x 2160, il sensore è fantastico per le produzioni HD e Ultra HD. In più, tutti i modelli vanno da 23.98 fps a 60 pfs.

Grazie all’attacco obiettivo micro 4/3, Blackmagic Studio Camera è compatibile con una vasta gamma di obiettivi fotografici a basso costo ma di ottima qualità perché progettati per la fotografia ad alta risoluzione. Invece di regolare zoom e focus dalle ghiere, grazie ai sistemi opzionali Zoom Demand e Focus Demand si fà direttamente dalle maniglie del treppiede come con le grandi telecamere da studio. Sarà come lavorare con i costosi obiettivi broadcast B4.

Il display 7” ad alta risoluzione di grandi dimensioni trasforma il modo di lavorare perché semplifica le inquadrature. Tra gli overlay a schermo ci sono indicatori di stato e registrazione, istogramma, focus peaking, livelli audio e guide di inquadratura. È possibile usare le LUT 3D per monitorare le riprese con il colore e il look desiderati.

A differenza delle camere di largo consumo, le connessioni SDI di Blackmagic Studio Camera 4K Pro includono il talkback per consentire la comunicazione con l’operatore dello switcher durante gli eventi. In questo modo, la regia può indicare agli operatori di ripresa cosa inquadrare, evitando che tutte le camere catturino le stesse immagini. Il connettore per talkback si trova sul lato della camera e supporta le cuffie broadcast standard XLR a 5 pin.

Le Studio Camera dispongono di numerose connessioni per collegarsi ad attrezzatura professionale e di largo consumo. Tutte le Blackmagic Studio Camera offrono HDMI compatibile con tally, controllo camera e innesco automatico della registrazione, e sono ideali per l’uso con ATEM Mini. Includono anche ingressi per cuffie e microfoni, e due porte di espansione USB-C. Progettato per i workflow del broadcast, il modello avanzato 4K Pro vanta connessioni 12G-SDI, 10GBASE-T Ethernet, talkback e ingressi audio XLR bilanciati. Il 10G Ethernet trasporta video, tally, talkback e alimentazione tramite un’unica connessione, rendendo la configurazione velocissima. È lo stesso workflow della fibra SMPTE, ma molto più economico perché richiede solo un cavo ethernet in rame categoria 6A.

Il modello Blackmagic Studio Camera 4K Pro si connette grazie a un semplice cavo ethernet. Le classiche camere broadcast da studio comunicano e si alimentano con la fibra SMPTE, che però è costosissima. Blackmagic Studio Camera 4K Pro offre 10G Ethernet come alternativa alla fibra SMPTE, riducendo drasticamente i costi. La connessione Ethernet supporta i segnali video e di ritorno programma, tally, talkback, controllo camera e alimentazione. Blackmagic Studio Converter provvede alle conversioni per lo switcher e fornisce alimentazione aggiuntiva al cavo ethernet, così non è necessario collegare la camera alla corrente.

Blackmagic Studio Camera offre una porta di espansione USB-C ad alta velocità per registrare su dischi esterni e connettere un’ampia gamma di accessori. Collegando un flash disk USB registra file Blackmagic RAW a 12 bit di alta qualità da usare per il montaggio e la correzione colore. Poi basta spostare il disco sul computer per iniziare subito a lavorare, senza sprecare tempo a copiare i file. La porta USB alimenta inoltre qualsiasi smartphone o disco collegato.

I formati di file super compressi come l’H.264 contengono rumore e artefatti che causano la perdita irrimediabile dei dettagli. Blackmagic RAW risolve il problema e regala immagini meravigliose ricche di dettagli e colori nell’intera pipeline di post produzione. Inoltre salva le impostazioni di ripresa come metadati, per modificare ISO, WB ed esposizione su DaVinci Resolve in un secondo momento. E i file sono così piccoli e veloci che l’editing ha una risposta incredibile.

Grazie ai microfoni interni delle Blackmagic Studio Camera, il suono è incluso nel design e la configurazione si fà in un attimo. I microfoni sono anti-shock e anti-vento, così il suono è sempre ottimo anche nelle condizioni più ostili. Ci sono anche un ingresso audio 3,5 mm per collegare i microfoni da videocamera, e un jack 3,5 mm per le cuffie.

Di solito i microfoni si collocano vicino alla camera, ecco perché il modello Pro offre il miglior audio possibile nel design di una camera da studio. I due ingressi XLR bilanciati a 2 canali supportano il livello di linea +24 dBu e hanno un preamplificatore mic con alimentazione phantom P48 ed equivalente rumore di ingresso (EIN) di -131 dBV(A). Inoltre i due convertitori analogico > digitale ad alta gamma dinamica di 117 dB regalano l’audio cristallino richiesto da emittenti e ingegneri del suono. Il livello di rumore di qualsiasi microfono collegato agli ingressi XLR sarà infatti più alto dell’audio della camera.

I modelli Blackmagic Studio Camera 4K includono un attacco per treppiede in metallo lavorato e una piastra ad aggancio rapido. La piastra consente di far slittare la camera sul treppiede e di regolarne la posizione anteriore e posteriore fino a trovare l’equilibrio perfetto.

Ci sono varie opzioni per alimentare Blackmagic Studio Camera. Tutti i modelli sono muniti di connettore DC 12V con meccanismo di blocco per evitare che il cavo si scolleghi. Al modello Blackmagic Studio Camera 4K Pro si può persino collegare un unico cavo ethernet per alimentare sia la camera che gli accessori. Blackmagic Studio Converter fornisce un’alimentazione notevole e grazie al PoE elimina il bisogno di collegare la camera alla corrente, ideale se la location ne è sprovvista.

Aggiungendo gli accessori opzionali di controllo focus e zoom gli obiettivi fotografici a basso costo si trasformano in fantastici obiettivi broadcast. Dotati di connessioni USB-C, Focus Demand e Zoom Demand sono compatibili con tutti i modelli Blackmagic Studio Camera 4K. Grazie a due porte USB-C su ciascuno, si possono collegare a cascata e connettere alla camera con un unico cavo USB. Il design è concepito per un controllo comodo e preciso dell’obiettivo, per ottenere inquadrature e regolazioni senza mai togliere le mani dalle maniglie del treppiede.

Il modello Pro ha una porta 10G Ethernet per connettere tutti i segnali alla camera con un flusso Ethernet IP. Ovvero, con un solo cavo trasporta video, segnali di ritorno programma e di riferimento, timecode, tally, talkback e controllo camera. Offre gli stessi vantaggi della fibra SMPTE, ma il cavo standard in rame 10G Ethernet è molto più economico. Blackmagic Studio Converter distribuisce tutte le connessioni video, audio e talkback nello studio. Poiché la camera si può alimentare anche attraverso il cavo ethernet, non è necessario trovarsi in prossimità di una fonte di alimentazione.

“Queste telecamere da studio contengono tutto il know how e i feedback dei nostri utenti a partire dalla Blackmagic Studio Camera originale”, ha affermato Grant Petty, AD di Blackmagic Design. “Abbiamo progettato le nuove versioni come camere di alto livello, non come modelli base. Davvero un enorme passo in avanti! Sono compatte e tutto in uno, ma con funzioni avanzate come la connettività 10G Ethernet, un’ottima risposta alla luce e un viewfinder professionale che le trasformano in telecamere di altissimo livello per le produzioni professionali”.

Caratteristiche principali delle Blackmagic Studio Camera

  • Sviluppate appositamente per rispondere ai requisiti delle produzioni dal vivo
  • Chassis in policarbonato rinforzato in fibra di carbonio
  • ISO fino a 25600 per prestazioni imbattibili in condizioni di scarsa illuminazione
  • Sensore 4K nativo con 13 stop di gamma dinamica
  • Compatibile con una vasta gamma di comuni obiettivi micro 4/3
  • Ampio viewfinder 7” luminoso
  • Connessioni 12G-SDI, HDMI e 10G Ethernet
  • Workflow in stile fibra SMPTE con un solo cavo 10G Ethernet
  • Porta di espansione USB-C per registrare direttamente sui drive esterni
  • Registrazione in Blackmagic RAW di altissima qualità
  • Microfoni stereo integrati con ampia separazione
  • Ingresso XLR mini professionale con alimentazione phantom da 48 volt
  • Attacco per treppiede incluso per una installazione veloce sul posto
  • Alimentazione 12V o tramite la connessione ethernet
  • Sistemi opzionali di controllo focus o zoom dell’obiettivo
  • Blackmagic Studio Converter consente il trasporto di tutti i segnali tramite ethernet
Indietro
Messenger Logo